Antonello Matarazzo: videoart, installations and paintings
Antonello Matarazzo: videoart, installations and paintings
Antonello Matarazzo: videoart, installations, paintings

SPOT / SIGLE

LACENO D’ORO (sigla3) – Keep it real! – 2018; full HD; 7’55’’ 

In una vecchia casa abbandonata una ragazza trova in un baule un paio di scarpette rosse che fanno volare la sua fantasia… i suoi sono sogni da Star.

In an old abandoned house a girl finds in a trunk a pair of red shoes that make her fantasy fly… her are dreams of a Star.

“Keep It real” è l’incipit di questa nuova sigla del Laceno d’Oro. Keep it real tradotto: “sii te stesso”, “resta con i piedi per terra” è il triste monito che ognuno si sarà sentito ripetere a loop nel corso della propria vita. La protagonista però lo disattende volentieri letteralmente scavalcandolo e, con le sue scarpette rosse – come nella nota fiaba di Andersen – vola via sognando altri mondi e altre identità.

director: Antonello Matarazzo
cast: Martha Festa
sound track: Rocco De Rosa
cinematography: Gianni Papa
editing: Antonello Matarazzo
production: Circolo Cultura Cinematografica ImmaginAzione © 2018

ARTAPES #3. DOPPIO SCHERMO (sigla) – 2017; photo-video full HD; 30’’ 

Nella video gallery permanente del museo continua il progetto artapes, il programma di proiezioni in collaborazione con In Between Art Film, giunto al terzo appuntamento: Doppio Schermo. Film e video d’artista in Italia dagli anni ’60 a oggi.

Che cosa è stata e cos’è ancora oggi la sperimentazione con le immagini in movimento portata avanti dagli artisti nel nostro paese a partire dagli anni ’60? Attraverso oltre cento opere realizzate da ottanta autori differenti, la rassegna cerca di rispondere a questa domanda abbracciando quasi sei decenni di storia del cinema e video d’artista in Italia.

Le immagini in movimento e le arti visive sono le due forme espressive che si incontrano nell’immaginario di un’artista, creando interferenze stimolanti. Il titolo della rassegna, Doppio Schermo, fa riferimento a questi due linguaggi ma si riferisce anche a un’altra duplicità, quella relativa al dialogo tra cinema e video: due termini che oggi, in un’ottica storica, sono utili a comprendere alcuni passaggi decisivi in termini sia estetici sia tecnologici in particolare con l’avvento del digitale.

video / concept: Antonello Matarazzo
soundtrack: Gabriele Panico
a. matarazzo © 2017

LACENO D’ORO (sigla2) – Comme un mirroir – 2016; full HD; 1’ 36’’    PDF

Non c’è modo di sottrarsi alla rappresentazione, in fondo la vita stessa è un’impostura.

There is no way to escape the portrayal, basically life itself is a sham.

director: Antonello Matarazzo
cast: Simona Mercuro
sound track: Camille Saint Saëns (Le Carnaval des animaux- Le Cygne)
cinematography: Alessandro Farese
editing: Antonello Matarazzo
production: Circolo Cultura Cinematografica ImmaginAzione © 2016

LACENO D’ORO (sigla1) – 2014; full HD; 1’ 05’’   

Sigla ufficiale del rinato storico Festival Internazionale Laceno d’oro. Dapprima Rassegna e poi Festival del Cinema neorealista il Laceno d’oro nasce nel 1959 grazie a due giovani intellettuali irpini, Camillo Marino e Giacomo D’Onofrio, e al nume tutelare di Pier Paolo Pasolini.
Adriana Borriello e Antonello Matarazzo firmano rispettivamente la coreografia e la regia del simbolo di questo nuovo avvio.

Official theme video of the revived historic Film Festival Laceno d’Oro. At first review, and then the neo-realist Film Festival Laceno d’Oro was born in 1959 thanks to two young intellectuals from Irpinia, Camillo Marino and Giovanni D’Onofrio, and the tutelary deity of Pier Paolo Pasolini.
Adriana Borriello and Antonello Matarazzo, respectively signed the choreography and direction of the symbol of this new start.

director: Antonello Matarazzo
cast: Adriana Borriello
sound track: Edvard Grieg (Tango)
cinematography: Antonello Matarazzo
editing: Antonello Matarazzo
production: Circolo Cultura Cinematografica ImmaginAzione © 2014

RAROVIDEO / MINERVA PICTURES (sigla) – 2014; full HD; 25’’

Progetto per la sigla della Rarovideo / Minerva Pictures  di Gianluca e Stefano Curti Editori.

Project for the initials of Rarovideo / Minerva Pictures by Gianluca and Stefano Curti Editori.

director: Antonello Matarazzo
cast: Fabiana Cufino, Laura Cuomo, Soledad, Francesca Zenobi

VICTOR II – 2012; full HD; 1’ 

“Il pezzo della collezione sign Adele-C su cui lavora Matarazzo è lo scrittoio “Victor”, realizzato da Mario Airò. Victor è un tavolino che allude alla concentrazione del musicista, e agli spazi mentali generati quotidianamente dallo studio e dall’analisi del proprio sentire. Matarazzo immerge Victor in un ritmo contemporaneo, costruendo un dialogo serrato tra l’oggetto e il corpo di una donna: irrequietezza e sperimentazione animano il percorso fino allo stupore della scoperta.” Benedetta Di Loreto

Victor è uno scrittoio realizzato da Mario Airò per la collezione sign di Adele-C (Adele Cassina). Victor II illustra la genesi del tavolo in una sorta di sviluppo fetale in cui l’acero chiaro, le gambe ed i ripiani dialogano con un corpo in via di sviluppo.


“Matarazzo is responsible for Adele-C’s “Victor” desk, created by artist Mario Airò.
Victor is the re-elaboration of a project, also by Airò, entitled “Puccini at Ansedonia”: a table that alludes to a musician’s concentration and the mental spaces generated on a daily basis by the study and analysis of one’s hearing. Matarazzo immerses Victor in a contemporary rhythm, building a taut interplay between the object and a woman’s body: restlessness and experimentation animate the journey until the surprise of discovery.” Benedetta Di Loreto

Victor is a desk created for the sign collection of Adele-C (Adele Cassina) by Mario Airò. Victor II illustrates the genesis of the table in a sort of fetal development in which the light maple, legs and the shelves interact with a developing body.

director: Antonello Matarazzo
cast: Cristina Pedratscher
original sound track: Ilario Pastore
cinematography: Antonello Matarazzo
editing: Antonello Matarazzo
production: Adele-C © 2012

LOVERS – 2004; DV; 24’’ 

Oooh mia adorata scarpa…

Prima incursione in ambito commerciale con uno spot commissionato dalla Converse ®, non inserito tra gli spot ufficiali ha ispirato la linea “Lovers” della Converse  

Oooh my lovely shoe…

First incursion in trade field with a spot commissioned by Converse ®, not included among the official spots it has inspired the “Lovers” line by Converse  

director: Antonello Matarazzo
cast: Antonello Matarazzo
original sound track: Fabrizio Castanìa
production: Converse © 2004

<                  >